Sabato - Ian McEwan

giovedì, dicembre 30, 2010

More about Sabato

Un lungo sabato di riflessione

Premetto, adoro McEwan.
Seguendo quest'amore, ho comprato "Sabato"(...un sabato), credendo alle indicazioni "sbagliate" del consigliere di turno in libreria, ho creduto di leggere una cosa, scoprendone, invece, un'altra.
Sabato è un concentrato di pensieri attuali, l'insoddisfazione mal celata dall'effimero conforto di aver ottenuto tutto dalla vita, l'errata consapevolezza di avere il controllo di ogni cosa, le domande insoddisfatte che accomunano l'uomo moderno e poi...poi l'inaspettata paura...incontrollabile paura...di perdere tutto in un istante.
Lo stile riflessivo di McEwan è impeccabile come al solito, i personaggi sono descritti a tutto tondo, la cura del dettaglio è onnipresente, come gli occhi e la mente del protagonista, uomo di un sabato qualunque ed eroe di un sabato particolare.
La sola nota stonata, solo per chi è abituato agl'altri romanzi dell'autore, è l'estrema lunghezza di questo sabato colmo di eventi, ma altresì di troppo lente riflessioni su talune immagini di passaggio.
La scrittura magistrale ed i tanti spunti di riflessione sulla nostra comune paura di perdere ogni cosa ne fanno, comunque, un romanzo da leggere consapevolmente.

You Might Also Like

3 Impressions

  1. Dicono che questo, insieme ad Espiazione, sia uno dei capolavori di McEwan...ho letto Espiazione di recente e l'ho amato ma conoscevo già McEwan per Chesil Beach e Lettera a Berlino...insomma lui mi piace...e questo Sabato va dritto nella mia wl! ;-)

    A presto e un buon 2011 ricco di letture..^^

    RispondiElimina
  2. Ci ho messo un po' a capire come fare per commentare... no comment!
    L'ho letto anche io di recente, ma vuoi perchè ultimamente non ho sufficiente concentrazione, vuoi perchè questo libro necessita un buon lasso di tempo per sedimentare prima di poter esprimere un'opinione, non l'ho ancora recensito su anobii. Il tuo commento mi apre inmteressanti spunti di riflessione. Non certo il mio preferito tra i McEwan che ho letto, ma comunque innegabilmente geniale. Ammazza quanto leggi! IO sto da tre mesi su Memorie di Adriano, ed ora è finito il 2010 senza che riuscissi a venirne a capo! Tanti auguri di felice anno e a presto!

    RispondiElimina
  3. @SuSter: in effetti, non è il mio preferito di McEwan, ma ogni suo libro, oltre ad essere meravigliosamente scritto, lascia sempre molti spunti di riflessione che accomunano tutti noi! ;)
    Ti consiglio "L'inventore di Sogni" di McEwan se non l'hai già letto, piccolo libro ma un gioiello! :D
    Ci sentiamo presto! Grazie del tuo parere!

    RispondiElimina

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine." — Virginia Woolf

Puoi leggermi su

Follow

Follow my blog with Bloglovin


Paperblog

Aggregatore

Blog Directory

http://www.wikio.it


Miss Claire Queen

Disclamer

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Le icone pubblicate sono state prelevate dalla rete attraverso il motore di ricerca Google. Chiunque si trovi violato nel copyright non ha che da comunicarlo, verranno eliminate immediatamente.

Ospiti e passanti

La grafica di questo blog è curata da Petra Zari aka Miss Claire Queen [© 2015], non ne è permessa la copia o la riproduzione anche parziale dei contenuti, che siano testi o immagini.

SE AMI IL MIO STILE e hai un blog che vuoi svecchiareSCRIVIMI!

Sfoglia il mio Portfolio!