13 Febbraio 2011 - Se non ora, quando?

domenica, febbraio 13, 2011

Oggi è uno di quei giorni che passeranno alla storia, almeno la storia degli altri Paesi, poiché non sono più certa che esista la libertà di scrivere la verità in questo malandato Paese che è l'Italia.
Oggi è il 13 Febbraio 2011: il giorno della rivolta delle DONNE!
Oggi: una domenica vigilia del prossimo San Valentino, festa abusata, commerciale e che ha ben poco a che fare con l'Amore.
Una domenica particolare, organizzata dalle Donne e per le Donne, poiché sembra ormai che siamo le uniche a poterci aiutare.

Il Rispetto, la Dignità, la Parità di Diritti e le Pari opportunità...in un Paese che si definisce "civile e avanzato", non ci dovrebbe esser bisogno neanche di discutere di tali argomenti, dovrebbero, piuttosto, essere le fondamenta della Società, non la sua vergogna.

Pare che in Italia le Donne siano tutte veline o escort: agli occhi del mondo siamo tutte sullo stesso piano...siamo creature deboli, soggiogate dall'uomo, oggetti di scambio in termini di fisicità o manifesti pubblicitari lascivi e provocanti...

Pare che in Italia le Donne non abbiano un cervello: agli occhi del mondo siamo stupide, senza capacità di pensiero tanto da non comprendere neanche la situazione che ci vede passive.

Oggi, in Italia, è certo che tutto ciò non sia vero: milioni di Donne, accantonato ogni orientamento politico, superato ogni confine sociale, ma unite dalla forza del proprio animo femminile, hanno lasciato il silenzio delle proprie case e sono uscite per unire il proprio grido in una sola voce, per dimostrare ad un Paese dalla mentalità medievale e dal profilo maschilista che senza di NOI non ci sarebbe stato uomo in grado di crescere, né di vivere una vita piena, né di avvalersi di compagnia e conforto in vecchiaia, poiché le Donne sono il vero cuore dell'Italia ed oggi più che mai esigono il Rispetto dovuto assieme al diritto di usufruire della stessa Libertà degli uomini.
Mi auguro che questo sia l'inizio del risveglio delle coscienze, non mi stupirei che in un momento di decadenza sociale come questo, fossero proprio le Donne a rialzarsi per prime, poiché la nostra forza non si cela nella violenza, ma nel nostro animo dedito sin da bambine alla sopportazione, alla riflessione, alla difesa della vita...

Vorrei che le nuove generazioni di Donne capissero da subito quale sia la reale natura femminile e coltivassero questa forza che le rende migliori e vincenti...l'animo femminile che solo concilia cuore e cervello.

Un abbraccio a tutte le Donne, da una piccola Donna che crede in Noi!

You Might Also Like

8 Impressions

  1. Ben detto Claire! E' ora di smetterla di farci passare solo per veline o peggio...questo paese ha smesso di rappresentarci e soprattutto di rispettarci...questa manifestazione è stata un chiaro NO a tutti coloro che ci privano della dignità di cui abbiamo diritto in questa società...brava a parlarne...un abbraccio a te! ^^

    RispondiElimina
  2. Che bel post, ti quoto in tutto. Noi donne, che abbiamo un cervello, ma veniamo prese in considerazione solo se mostriamo 'altri argomenti' (e questo, c'è da dire, anche grazie ad un nutrito numero di colleghe che FANNO effettivamente credere che una donna sia solo questo, eh si, c'è del rancore in queste parole.) che da sempre veniamo bistrattate, ignorate, mal giudicate...Per una volta unite e forti!
    Citando uno dei più grandi personaggi femminili letterari, la Milady di Dumas:
    ‘Niente violenza, la violenza è una prova di debolezza. la violenza è da uomini. Lottiamo dunque da donna.’
    E intendeva con intelligenza.

    RispondiElimina
  3. Il giornalista Gramellini, da Fabio Fazio, sabato sera ha detto: tra il burka ed il bunga bunga c'è la dignità delle donne.
    Che un uomo abbia pronunciato questa frase è segno che molto è cambiato e che l'emancipazione femminile è, in realtà, emancipazione della società intera, quindi uomini compresi.
    Insomma: tra il burka ed il bunga bunga, tra le donne-madonna e le donne-prostitute, ci sono LE DONNE, FEMMINILE PLURALE. Spero sia arrivato il momento giusto per cambiare e non dover più scendere in piazza a ricordarlo...

    RispondiElimina
  4. @Strawberry: grazie a te del tuo commento, sono certa che noi Donne, anche se per natura tendiamo (chissà perché...) a gareggiare fra di noi, riusciamo ad essere molto più forti e coese degli uomini quando, invece, ci alleiamo!
    Una volta di più, siamo migliori della nostra controparte maschile, quando passiamo all'azione e questo per il semplice fatto che prima osserviamo, ascoltiamo e pensiamo.
    A mio avviso, l'intelletto dovrebbe aver un nome femminile come la violenza uno maschile.
    Passaparola e ricambio l'abbraccio!
    :)

    @Francesca D.: bellissima citazione! Grazie! Contiene in una sola frase la realtà dei fatti che ci distingue dagli uomini; per confortare il tuo rancore, posso dirti che sono ben poche le donne (da notare la "d" minuscola) che fanno credere che tutte Noi siamo veline (o peggio), quello che le favorisce (come sempre) è la veste appariscente che indossano, l'uso che ne fa la tv e, soprattutto, la società maschilista...la maggior parte delle Donne non ha bisogno di mettersi in mostra, proprio perché usa la propria intelligenza e, finora, ha tollerato il clima generale di declino ed abuso dell'immagine femminile, ma adesso si è arrivati al limite, come una mamma che difende coi denti l'incolumità dei figli, adesso è necessario alzare la voce poiché è minacciato il ruolo stesso della Donna, un ruolo difficile, non ancora paritario (forse mai lo sarà) per cui altre Donne hanno lottato in passato...non possiamo restare indifferenti a tutto questo, proprio no! :)

    @Sylvia: mi sono persa la puntata di ieri, ero fuori con amici, ma conosco bene Gramellini, lo stimo, ha sempre una frase giusta per un concetto importante. Sono stata felicissima di vedere in piazza anche tanti uomini al fianco delle Donne, è importantissimo questo per noi, per loro e per il progresso sociale della civiltà.
    (Iniziato l'ebook? XD)

    @Tutte: Grazie per i vostri preziosi pareri! Un abbraccio!
    Claire

    RispondiElimina
  5. Cara Claire,questo post è bellissimo ed è l'orgoglio femminile di noi blogger,che usiamo questo strumento meraviglioso che è internet(troppo spesso abusato da siti censurabili,controcultura e social network sfigati e pedo-pornografia)per condividere pensieri profondi,cultura(sotto forma chi di libri,chi di cucina,chi di fotografia...)e anche io mi vergogno di come la società italiana a cui apparteniamo,dipinga la donna come oggetto sessuale,poichè toppo spesso veniamo rappresentate da veline,escort,giovani senza ideali e cultura,reality show...Io
    sono convinta che alla base di tutto ci debba essere sempre l'esempio di una famiglia sana,di figli cresciuti serenamente,allevati a pane,amore e libri,televisione spenta(se non i bellissimi film della Disney)e noi donne,unite dal collante della dignità,con la consapevolezza che essere sexy non è un perizoma che mette in mostra un bel sedere,ma un cervello che mette in mostra una ricchezza interiore!!Baci cara,buonanotte Fede.

    RispondiElimina
  6. Cara,
    mi trovi d'accordo in tutto e per tutto. Trovo triste che ancora oggi molte donne per emergere puntino sull'aspetto sessuale della propria femminilità, e ancor di più che esista una pubblicità mediatica che incoraggia e legittima questa situazione facendola passare per normale. Credo anch'io che le donne abbiano ben altro da dare a questa società. Non smettiamo di provarci e di sperarci.
    In quanto madre di una futura donna mi auguro di riuscire a trasmettere questa necessità alla mia bambina: la necessità di essere prima di tutto individui, e poi femmine.Così come la società mashile dovrebbe fondare i propri rapporti con l'altra metà della specie su altre basi che non siano quelle della supremazia sessuale. Si fa tanto a parlare di uguaglianza tra i sessi, ma davvero non differiamo molto da quelle società in cui la donna viene considerato un bene a funzione riproduttiva.
    Detto questo, passavo di qua per comunicarti che il tuo bel blog è stato onorato di menzione e premiato nel mio stimato blog. Passa se ti va, a dare un occhiata.
    A presto

    RispondiElimina
  7. @Federica: carissima, grazie per il tuo parere, è verissimo quello che dici di internet...ormai è uno dei pochi luoghi liberi (nel bene e, ahimé, nel male!) rimasti a disposizione delle persone...
    E'un sollievo trovare persone che condividono i buoni valori e li vivono realmente, così come è preziosa la Cultura che quelle stesse persone diffondono, attraverso la passione per la lettura, l'arte, la musica, gli hobbies o semplicemente la riflessione...la sola cosa che mi preme ricordare è che tutto questo bagaglio di conoscenza è perennemente a rischio, poiché di natura virtuale, così, ognuno di noi dovrebbe salvare e stampare e conservare il proprio apporto di memoria, così che un giorno possa essere ritrovato in un cassetto, piuttosto di perdersi in un black out della rete.
    :D

    @Lilly: Grazie per esserci stata! Forse ci sarà una nuova occasione per l'8 marzo, ma vi terrò aggiornate! ;)

    @SuSter: carissima, che piacere sentirti! :)
    Invidio il tuo ruolo di neo-mamma, pur sapendo che è il mestiere più arduo fare il genitore! Sono sicura che la tua futura Donna avrà le idee chiare, sarà forte della propria identità femminile, grazie ai tuoi ottimi insegnamenti! ;)
    A present for me? O,O WOW! Che onoreeee!!! Passo a trovarti! :D
    Intanto, un sorriso e un grazie per il tuo parere! :*

    @Tutte: Grazie di cuore! :)

    RispondiElimina

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine." — Virginia Woolf

Puoi leggermi su

Follow

Follow my blog with Bloglovin


Paperblog

Aggregatore

Blog Directory

http://www.wikio.it


Miss Claire Queen

Disclamer

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Le icone pubblicate sono state prelevate dalla rete attraverso il motore di ricerca Google. Chiunque si trovi violato nel copyright non ha che da comunicarlo, verranno eliminate immediatamente.

Ospiti e passanti

La grafica di questo blog è curata da Petra Zari aka Miss Claire Queen [© 2015], non ne è permessa la copia o la riproduzione anche parziale dei contenuti, che siano testi o immagini.

SE AMI IL MIO STILE e hai un blog che vuoi svecchiareSCRIVIMI!

Sfoglia il mio Portfolio!