Barmbrack: il più antico dolce di Halloween!

venerdì, ottobre 28, 2011

Bentornati mie cari e preziosi Ospiti!


Questo è un post SPECIALE, un pò per il contenuto squisito, un pò per l'atmosfera di festa, ma, soprattutto, perché ha una Guest Star d'eccezione, colei che mi ha fatto dono di questa dolcissima Ricetta della Tradizione Irlandese in un momento amaro della mia vita... 
...una Persona come ce ne sono poche, un'Amica più unica che rara, un uragano di energia dai mille talenti, una Sorella che stimo e da cui imparo ogni giorno qualcosa e che spero di poter ringraziare un giorno, in un abbraccio vero...
Grazie tesoro per questo pensiero, non lo dimenticherò...
GRAZIE GABRI!!! Ti voglio bene! ❤

N.B.! I testi e le foto che seguono sono a cura di Gabriella Parisi, la mia amata LizzyGee (vedi Old Friends & New Fancies - profilo).
Ma veniamo all'antica ricetta tradizionale di questo dolce di Halloween...
il BARMBRACK
Il Barmbrack (anche conosciuto come Bairin Brack), è un tipo di pane dolce irlandese arricchito con frutta, ed è il dolce più antico associato alla tradizione di Halloween.

Le ‘sorprese’ contenute in ogni pezzo di pane predicevano il futuro dei destinatari. Infatti, all’interno di ogni forma di Barmbrack venivano cotti un pisello, un bastoncino, un pezzettino di stoffa ed un anello.
  • Chi avesse ricevuto nella sua fetta il pisello sarebbe rimasto scapolo/zitella;
  • chi avesse trovato il bastoncino sarebbe andato a combattere (o avrebbe battuto la moglie!);
  • a chi fosse toccata la fetta con la stoffa sarebbe stato povero;
  • chi avesse trovato l’anello si sarebbe sposato entro l’anno.
La parola barm proviene dall’arcaico inglese beorma, che era un liquore di lievito fermentato. Brack proviene dall’Irlandese brac, che significa punteggiato; e infatti il barmbrack lo è, con tutto il suo contenuto di frutta secca e bucce candite.

Di solito il barmbrack si inforna in una teglia da 20 cm di diametro, con una base rimovibile, ma questa ricetta si può realizzare anche in una teglia rettangolare. Le quantità fornite servono per realizzare un grosso pezzo.
  Ingredienti
  • 2 bustine di tè o tre cucchiaini di tè sfuso (una miscela di tè forte, o nero, è più adatta);
  • 350 gr di frutta secca mista (uva passa, uva sultanina, frutta candita varia);
  • 240 ml di latte;
  • un cucchiaino di zucchero;
  • 2 cucchiaini di lievito di birra secco (non istantaneo);
  • 450 gr di farina per pane di tipo forte (anche manitoba);
  • Un cucchiaino di sale;
  • 25 gr di zucchero di canna;
  • 75 gr di burro o margarina;
  • 1 uovo sbattuto;
  • 1 cucchiaino di mix di spezie
  • Forno pre-riscaldato a 180°
  Procedimento
  1. Cominciate preparando due tazze di tè forte (480 ml circa). Rimuovete le bustine di tè o filtratelo per eliminare le foglie. Mettete in ammollo la frutta secca nel tè. L’ideale sarebbe tenere la frutta per diverse ore in ammollo, o addirittura per una notte intera, ma se non è possibile, non vi preoccupate, lasciatela solo più a lungo che potete.
  2. Riscaldate il latte finché non è tiepido (non lo scaldate troppo, altrimenti si perde l’effetto del lievito). Aggiungete zucchero e lievito e girate. Quindi lasciate riposare per 15 minuti (o finché non diventa spumoso).
  3. Mischiate farina, sale e zucchero di canna in una grande ciotola. Aggiungete il burro (o la margarina) frizionando. Aggiungete quindi il lievito schiumoso, l’uovo battuto e le spezie. Prosciugate la frutta in ammollo da ogni liquido residuo, poi aggiungete la frutta all’impasto. Mescolate bene fino ad ottenere un impasto omogeneo (aggiungete altra farina se la pasta è appiccicosa).
  4. Spostate l’impasto su un piano infarinato e manipolatelo a lungo. Mettetelo poi nella teglia imburrata e lasciatelo a crescere per 45/60 minuti circa; finché l’impasto non raddoppia.
  5. Infornatelo (forno preriscaldato a 180°) e fatelo cuocere per circa 30 minuti. Togliete il barmbrack dalla teglia, capovolgetelo e rimettetelo nella stessa teglia o direttamente nella teglia del forno. Cuocete per altri 20 minuti circa. Il barmbrack sarà pronto quando, colpendolo su entrambi i lati suonerà vuoto.
  6. Fate quindi raffreddare il dolce prima di servirlo.
 Rinnovo il mio GRAZIE a Gabriella e provo anch'io questa ricetta, attendo i vostri responsi, nel frattempo...
A MERRY HALLOWEEN TO ALL OF YOU!!!

You Might Also Like

18 Impressions

  1. Ti ringrazio di cuore per aver postato questa ricetta. Credo che la farò sicuramente per Halloween visto che ero in cerca di una ricetta tipica inglese o irlandese. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  2. Mia carissima @Miss Claire!!!!
    Ma lo sai che così mi fai piangere!?...
    Sono contenta che tu abbia gradito il mio piccolo pensierino...
    Ora scappo a comprare i canditi e le uvette per preparare il Barmbrack


    P.S.: Anch'io ti voglio tanto bene, LizzyP!!!

    RispondiElimina
  3. My dearest Miss Claire (LizzyP) nonché Gabriella (LizzyGee)!!!
    Ottimo modo per festeggiare questo periodo in cui il mondo spirituale si mescola a quello materiale.
    Per di più, qui c'è un ingrediente dal quale sono praticamente dipendente... il tè!!

    Buon Ognissanti/Halloween a tutti!

    RispondiElimina
  4. @Agrimonia: Grazie a te per il tuo passaggio! Anch'io tenterò di eseguire la ricetta, attendo il tuo commento sulla riuscita! :)
    Buon week end!

    RispondiElimina
  5. @Gabriella: Tesoro mio!!! E' un piacere e un onore averti qui nel mio Salotto!!! Ovviamente, attendo anche il tuo esito della ricetta! Io ci provo, ma non so cosa otterrò! :D

    @Sylvia-66: Mia cara, che bello averti qui!!!
    Mi accorgo adesso che avresti potuto inserirla anche tu nel tuo delizioso Salotto! Potresti provare a farla anche tu e postarne gli esiti! :D

    Ancora buon Halloween a tutti! :*

    RispondiElimina
  6. @Sylvia: Sììì!!! Proviamo tutte a preparare il Barmbrack e poi postiamo i risultati su Un tè con Jane Austen!!! :DDD

    RispondiElimina
  7. Ma che bella idea, mie Lizzies!
    Va bene, armiamoci degli ingredienti e cimentiamoci con questa bella ricetta. Potrei provarci proprio in questo fine settimana: chissà che gli spiritelli benevoli non influiscano positivamente sull'esito?
    Proviamoci tutte!
    E naturalmente, ricordiamoci di fotografare le nostre prodezze.

    RispondiElimina
  8. oh eccomi qua golosaura all'appello e con un pranzo da organizzare per domenica con tema Halloween, quindi prendo qlc spunto da qs. profumosa ricetta per realizzare dei muffin ... poi ti mostrerò
    us mia cara signorina Claire
    Aldina

    RispondiElimina
  9. @Lizzies: Va bene stelline!!! Domani compro gli ingredienti mancanti!!! Mi raccomando, fate tante fotine del procedimento! :D

    @Aldina: Ma chère, attendo il tuo capolavoro culinario...e perdona la golosaggine! :P

    RispondiElimina
  10. Buonasera! Che meraviglia questo dolce, in questo momento ne assaggerei una fettona! E' che io sono una pessima cuoca, purtroppo...ed il mio forno è messo maluccio, altrimenti...
    Buon appetito, *Maristella*.

    RispondiElimina
  11. @Maristella: Come stai mia cara? :) Non preoccuparti, faremo una sorta di esperienza culinaria contemporanea e posteremo i nostri esiti sul blog di Silvia, sempre che io riesca ad ottenere qualcosa di visibile e mangiabile! :D

    RispondiElimina
  12. Oggi ho comprato gli ingredienti... Sto preparando le stoviglie più adatte per fotografare la mia esperienza, ma vi avverto: di solito le cose che cucino vengono buone da mangiare, ma bruttine da vedere... :D

    RispondiElimina
  13. @Gabriella: Tesoro! Anch'io ho comprato tutti gli ingredienti e ho messo in ammollo la frutta secca! :)
    Non garantisco sulla riuscita essendo la prima volta che realizzo questa ricetta, né l'esito visivo né quello gustativo! Ma documenterò la mia esperienza! :)

    RispondiElimina
  14. Grazie mille per la ricetta, l'ho subito rubata!! Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  15. @Sally: Prego cara! Spero commentarai l'esito della tua esperienza! :*

    RispondiElimina
  16. Purtroppo non posso mostrarvi una foto perchè abbiamo la macchina fotografica ko, ma il 31 ho provato la ricetta ed è venuto a mio parere buonissimo. All'inizio ci è sembrato strano perchè più che dolce è una specie di pane dolce, ma ci abbiamo preso gusto e un pò con il tè, un al posto dei biscotti nella colazione, lo abbiamo quasi finito. Sicuramente da rifare. Grazie di cuore per avermi fatto scoprire questa ricetta :D

    RispondiElimina
  17. @Agrimonia: :) Ma che meraviglia! :D IN effetti è proprio un pan dolce, un pò come il buccellato lucchese, ma buonerrimo, non è vero?! Grazie a te per la visita! :D

    RispondiElimina

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine." — Virginia Woolf

Puoi leggermi su

Follow

Follow my blog with Bloglovin


Paperblog

Aggregatore

Blog Directory

http://www.wikio.it


Miss Claire Queen

Disclamer

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Le icone pubblicate sono state prelevate dalla rete attraverso il motore di ricerca Google. Chiunque si trovi violato nel copyright non ha che da comunicarlo, verranno eliminate immediatamente.

Ospiti e passanti

La grafica di questo blog è curata da Petra Zari aka Miss Claire Queen [© 2015], non ne è permessa la copia o la riproduzione anche parziale dei contenuti, che siano testi o immagini.

SE AMI IL MIO STILE e hai un blog che vuoi svecchiareSCRIVIMI!

Sfoglia il mio Portfolio!