What Jane Saw - Sir Joshua Reynolds visto da Jane Austen

domenica, giugno 09, 2013

Carissimi Ospiti de La Collezionista di Dettagli,

il nuovo lavoro mi ha ricondotto sulla strada della mia più grande passione, l'Arte, in particolare la Pittura e ad una ricerca sui soggetti, le correnti e gli artisti più amati.
Così, navigando su internet, sono capitata in un sito che unisce questa passione all'altra, ovvero, quella per Jane Austen, scoprendo un'iniziativa molto interessante e a portata di tutti:
Thomas Rowlandson (1756-1827), British Institution, Pall Mall, 1808 (R. Ackermann's Repository of Arts)
Si tratta della scrupolosa ricostruzione della grande mostra personale del pittore inglese Sir Joshua Reynolds (1723-1792), organizzata per la prima volta nella storia dell'arte da un ente, la British Institution, in uno spazio dedicato alle esposizioni che adempì a questa funzione fino al 1867, al numero 52 di Pall Mall, a Londra. L'edificio esiste tutt'oggi, ma pare sia cambiato esternamente e in internamente quel tanto dal renderlo irriconducibile all'aspetto originario all'epoca della mostra (1813).
I Janeites avranno notato la coincidenza dell'anno con un evento molto importante, la pubblicazione di Pride and Prejudice il 28 Gennaio del 1813, ebbene, l'esposizione si aprì tre mesi dopo, il 10 Maggio, e proseguì per i tre mesi successivi sino alla chiusura del 14 Agosto, periodo entro il quale, in occasione della sua permanenza a Londra, vi si recò assieme al fratello Henry anche la nostra Jane Austen come ella stessa scrive alla sorella Cassandra in una delle molte lettere:
Lunedì 24 maggio 1813
Jane a Cassandra

«Henry e io siamo andati alla Mostra a Spring Gardens. Non è considerata un gran che come raccolta, ma a me è piaciuta moltissimo - in particolare (ti prego di dirlo a Fanny) un piccolo ritratto di Mrs Bingley, estremamente somigliante. C'ero andata nella speranza di vederne uno della Sorella, ma non c'era nessuna Mrs Darcy; - tuttavia, forse potrò trovarla alla Grande Mostra dove andremo, se avremo tempo; - non ho nessuna possibilità di trovarla nella collezione di Dipinti di Sir Joshua Reynolds che è in mostra a Pall Mall,  che pure andremo a visitare.»
[Fonte: jausten.it]
What Jane Saw - screenshot della visita virtuale
Gli obiettivi del progetto, ideato dal Professor Janine Barchas del Department of English dell'Università di Austin, Texas, sono spiegati approfonditamente e consistono in un vero dono alla cultura quale documentazione visiva d'importanza storica e artistica, una memoria il cui recupero pareva impossibile, invece, collegando tutti i pezzi sparsi in un puzzle di testimonianze: dalle descrizioni degli ambienti, all'identificazione delle 141 opere di Reynolds presenti, sino agli articoli dei giornali dell'epoca ricostruendo una visita virtuale che sarebbe stata valida come guida anche all'epoca della mostra.
What Jane Saw - screenshot della visita virtuale
Il catalogo originale della mostra
digitalizzato e disponibile per la lettura a questo link.
Fondamentali per la ricostruzione degli ambienti e l'individuazione dei titoli delle opere e dei legittimi proprietari (che in gran parte sono passati ad altre mani da allora) sono stati l'opuscolo della mostra, acquistato anche dagli Austen, e le descrizioni dettagliate dello storico Thomas Smith, che visitò l'edificio nel 1860, quando ancora era un salone espositivo.

Non mancano le testimonianze indirette di personaggi famosi dell'epoca che scrissero l'esperienza della propria visita, a dimostrazione della rilevanza dell'esposizione che contò fino a 800 visitatori al giorno, anticipando lo show-business delle grandi mostre-evento odierne.
What Jane Saw - screenshot della visita virtuale
Sir Joshua Reynolds
Sir Joshua Reynolds (Plympton, 16 luglio 1723 – Londra, 23 febbraio 1792) fu un pittore inglese, uno dei più importanti e influenti ritrattisti del XVIII secolo in Gran Bretagna, fu tra i fondatori della Royal Academy of Arts.
La mostra del 1813 contava ben 141 opere dell'artista, si ipotizza che la notorietà dei suoi ritratti all'epoca, influenzarono la Austen nell'immaginare alcuni personaggi dei propri romanzi, sebbene non vi siano prove a riguardo e specifiche allusioni siano scritte su opere di altri artisti coevi.

Ipotesi a parte, What Jane Saw è un progetto gratuito di grande valore, fruibile per ricerca o semplice curiosità, chi ama la storia, l'arte o rivedere la realtà del 1813 con gli occhi acuti di Jane Austen, non potrà fare a meno di questa visita virtuale.
So che i Janeites come me si caleranno perfettamente negli abiti e l'atmosfera dell'epoca, immaginando di passeggiare tra le ampie stanze della British Institution, ammirando i ritratti dell'elite aristocratica immortalata da Reynolds e... chissà, sperando di incontrare Zia Jane a braccetto col fratello Henry! Siete pronti?
Buona visita! 
La vostra Claire
  Link Utili

You Might Also Like

4 Impressions

  1. Mi sto divertendo un mondo a fare questa visita virtuale sulle orme di Zia Jane... grazie per la segnalazione ;) è un piacere per gli occhi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Gwen, anch'io mi sono divertita molto, ho provato ad immaginare Jane nel contesto dell'epoca! ^_^
      Chissà se in qualche ritratto trovò qualcuno dei suoi personaggi!

      Elimina
  2. Ed io ho persino trovato un delizioso ritratto di una bambina, dal titolo... "Miss Price"! Mi sento molto nipote della Zia, e mi sembra di essere in queste sale con lei, ad ammirare le opere e a cercare i suoi (nostri) amati personaggi! Bellissimo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie my dearest! ^_^
      Un viaggio, se pur virtuale, paragonabile ad una lettura di un romanzo di Zia Jane! Una caccia ai volti noti! :D

      Elimina

"Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine." — Virginia Woolf

Puoi leggermi su

Follow

Follow my blog with Bloglovin


Paperblog

Aggregatore

Blog Directory

http://www.wikio.it


Miss Claire Queen

Disclamer

L'autore di questo blog si riserva di eliminare senza preavviso i commenti che siano illeciti, volgari, lesivi della privacy altrui, con contenuti di spam, ispirati da odio razziale, che possano recare danno ai minori, che contengano dati sensibili, che siano lesivi di copyright, che non siano correlati all'articolo cui si riferiscono.

Questo blog viene aggiornato senza una periodicità prestabilita quindi, ai sensi della legge n°62 del 07/03/2001, non è un prodotto editoriale o una testata giornalistica.

Le icone pubblicate sono state prelevate dalla rete attraverso il motore di ricerca Google. Chiunque si trovi violato nel copyright non ha che da comunicarlo, verranno eliminate immediatamente.

Ospiti e passanti

La grafica di questo blog è curata da Petra Zari aka Miss Claire Queen [© 2015], non ne è permessa la copia o la riproduzione anche parziale dei contenuti, che siano testi o immagini.

SE AMI IL MIO STILE e hai un blog che vuoi svecchiareSCRIVIMI!

Sfoglia il mio Portfolio!